Leoni: Scaffalatura LZ50

Leoni: Scaffalatura LZ50
Date: Nov 08, 2017

About

news
54

Leoni: Scaffalatura LZ50

Di recente abbiamo risposto a una richiesta di un importante istituto statale estero, che aveva la necessità di una scaffalatura metallica in grado di coniugare economicità e discrete capacità di carico, per l’alloggio di reperti archeologici di pregio. La scaffalatura doveva essere in grado di sostenere fino a 22,5 kN su ogni fiancata, per un carico massimo a ripiano di 2 kN.

La lunghezza delle campate doveva essere calcolata per ospitare delle cassette portareperti da cm 33Lx55Px11H sovrapposte su due file.

Così è stato scelto di usare la linea LZ50, una scaffalatura realizzata in acciaio Sendzimir, qualità S250-GD Z200 (EN-10147) di spessore variabile in base alla portata. Le fiancate sono composte da montanti asolati a passo mm 25, profilati da nastro di acciaio, collegati da traversini orizzontali e diagonali, fissati con bulloni in acciaio. I correnti di sostegno sono profilati di sezione chiusa, con appoggio per i pianetti, anche questi zincati, che formano i piani di posa.

Tra gli elementi che costituiscono questa linea di scaffalatura sono stati scelti:

Spalle tipo M con portata fino a 27,4 kN e correnti tipo P di lunghezza 140 cm e portata fino a 2,74 kN. Importante la misura in lunghezza dei correnti, perché ha consentito di allestire lo spazio per otto contenitori/piano lasciando libero solo lo spazio necessario per una corretta movimentazione degli stessi (8 cm).

 

Dal momento del primo contatto a quello di realizzazione dell’impianto sono trascorse solo tre settimane, riuscendo inoltre a rispondere alle esigenze del cliente che aveva richiesto tempistiche estremamente contenute.

Il lavoro è stato ultimato da alcuni giorni, lasciando il cliente particolarmente soddisfatto sia del prodotto fornito, che dell’installazione eseguita; anche

Google maps:

Super User
Super User
Email address: awroma@paginesi.it
Share Close